Le spiagge del comune di Capoliveri

Tutte le caratteristiche delle spiagge di Capoliveri

Il comune di Capoliveri copre una porzione di territorio molto ampia ed eterogenea: le spiagge sono numerose e, a seconda della loro posizione, anche molto diverse l’una dall’altra. Si passa da quelle di sabbia finissima, avvolte in scenari paradisiaci, a quelle più selvagge di ghiaia, o ancora quelle miste, che soddisfano tutti i gusti. Alcune di queste spiagge sono facilmente raggiungibili in macchina, altre invece, più esclusive e nascoste, possono essere raggiunte soltanto a piedi o via mare.

  • Lacona: una tra le spiagge più famose ed estese dell'Elba. Facilmente raggiungibile, è una spiaggia di sabbia molto frequentata anche perché dotata di molti servizi come bar, noleggio ombrelloni e pedalò. E per i più sportivi, ci sarà la possibilità di stare in movimento con campi da beach-volley e canoe, S.u.P. e il nuovissimo Jet-lev, in esclusiva nazionale, per volare sull’acqua.
  • Laconella: il fondale sabbioso scende lentamente, rendendo questa spiaggia lo scenario ideale anche per il bagno dei più piccoli. Separa Lacona da Laconella il maestoso Scoglio della Contessa, ideale per lo snorkeling.
  • Margidore: Larga e spaziosa, a fondo misto di sabbia e ghiaie piatte, offre molti punti d’ombra grazie alla ricca vegetazione che la incornicia. Ottimo punto panoramico su Capoliveri e il Golfo Stella.
  • Norsi: offre snack bar per ristorarsi, e ha una composizione di sabbia mista a ghiaia. In estate, tutte le domeniche musica dal vivo e Open Jam Session. Consigliamo ai musicisti di portare con sé il proprio strumento musicale!
  • Lido di Capoliveri: molto frequentata, sia da giovani che famiglie, perché offre molti servizi, tra cui noleggio di tavole da windsurf e pedalò per divertirsi a largo, nonché tutti i comfort che derivano dall'affitto di ombrelloni e lettini e dal bar-ristorante con un'ampia terrazza sul mare.
  • Spiaggia delle Calanchiole: questa spiaggia offre la stessa sabbia sottile e una bellissima avventura per gli appassionati di snorkeling e diving. Rimane comunque permeata da un’atmosfera tranquilla e meno caotica di altre spiagge nelle vicinanze, perché l'accesso è consentito soltanto ai clienti del camping omonimo, o superando il piccolo promontorio che la separa dal Lido.
  • Felciaio: Per raggiungerla, dovrete avventurarvi per un breve tratto nella macchia elbana. L'odore delle ginestre vi guiderà fino a questa spiaggia selvaggia, che termina con una sorta di piscina naturale riparata dalle mareggiate, perché gli scogli qui formano un semicerchio. Uno di essi è abbastanza alto (circa cinque metri) da permettere ai più avventurosi di tuffarsi ed eseguire qualche acrobazia.
  • Zuccale: Lasciando l’auto al parcheggio sterrato, dopo un breve sentiero e una scalinata abbastanza ripida, si apre una caletta tranquilla e riparata di ghiaia, sabbia chiara e mare turchese.
  • Barabarca: splendida meta per gli appassionati di snorkeling, dato che qui gli scogli incorniciano gli arenili. Un'antica leggenda racconta che questa spiaggia, la sera, sia stato un ritrovo di streghe… Lasciatevi raccontare l’arcana storia della “bara per otto”.
  • Madonna delle Grazie: Deliziosa baia di sabbia, poco frequentata, prende il nome dal piccolo santuario adiacente di Santa Maria delle Grazie. Percorrendo una pittoresca stradina sulla scogliera, si raggiungono le spiaggette di Maretto, Stecchi Due e Stecchi Uno.
  • Morcone: Ampia e lambita da un mare perennemente azzurro, offre tutti i generi di comfort e attività ricreative. Ottima per gli amanti delle spiagge vivaci, e ideale soprattutto per le famiglie.
  • Pareti: Facilmente raggiungibile in macchina, questa spiaggia presenta una composizione mista fra sabbia e ghiaia.
  • Spiaggia dell'Innamorata: spiaggia lunga e sabbiosa, racchiusa ai lati da un’imponente scogliera, su cui è presenta una scuola di Kitesurf (l’unica in tutta l’isola). Il 14 luglio, in questo luogo incantevole viene rievocata la leggenda dei fidanzati Lorenzo e Maria, con una sfilata in costume storico illuminata dalle fiaccole a olio, a cui seguono diversi giochi in cui si sfidano i quattro rioni del paese.

 

  • Spiagge della Costa dei Gabbiani: si tratta di calette contigue. Un susseguirsi di scogli, ampi arenili di sabbia chiara o ferrosa e un mare limpido che cangia dal turchese all’azzurro caratterizzano questo tratto. Si raggiungono da Capoliveri, mediante una lunga strada sterrata e sentieri più e meno brevi da fare a piedi o in bici, e da Porto Azzurro, a piedi o in bicicletta. Oppure, via mare, in barca o in kayak.

Tra le calette contigue segnaliamo le seguenti:

  • Punta Rossa o Vetrangoli: Aspra e selvaggia, si raggiunge solo dall’adiacente spiaggia del Remaiolo. Una meta ideale per gli amanti dell’avventura e degli scorci naturalistici inesplorati.
  • Remaiolo: L’unica spiaggia attrezzata di questo tratto di costa. Fiancheggiata da una fresca pineta per il riparo nelle ore più calde, è ideale per lo snorkeling.
  • Ginepro: Situata subito al di sotto delle vecchie strutture dell’omonima miniera, questa piccola spiaggia si è formata nel tempo grazie agli scarti di pietre e graniglie ferrose, che la rendono ancor più affascinante.
  • Punta Bianca: Una caletta esclusiva e dai forti contrasti cromatici: il nero delle rocce e il bianco delle vene intrusive nelle pietre stesse.
  • Stagnone: Un mare trasparente - come forse non l’avete mai visto - e decisamente poco profondo impersona perfettamente l’appellativo di questa spiaggetta. Ideale per i bimbi per via del fondale basso, ma siate certi di munirvi di ombrellone.
  • Sassi Neri: Una piccola spiaggia, caratterizzata da ghiaiette scure e turchesi, deve il suo nome alla vecchia cava antistante, che ormai riempita d’acqua dolce, appare come un laghetto verde smeraldo, circondato dal giallo delle ocra e dal luccichio della pirite.
  • Punta Nera e Buzzancone: Due spiagge connesse l’una all’altra. Piccole ed esclusive, a fondo misto di sabbia e ghiaia, per paradisi privati in miniatura.
  • Istia: Pineta alle spalle, ideale per ripararsi dalla calura e rilassarsi con un buon libro, con tanto di punto di ristoro e isolotto di Liscoli adagiato in un mare turchese.

Tutte le spiagge sopra menzionate sono in proprietà privata, e l’accesso è consentito via mare o a piedi. Dai parcheggi alle spiagge dovrete percorrere dai 5 ai 7 km a piedi. Uno sforzo che verrà senz’altro riparato!

  • Ferrato e Malpasso: Ghiaia, sabbia e scogli, per queste due piccole spiaggette, incorniciate di rigogliosa macchia mediterranea.
  • Calanova: Attrezzata di tutto punto. Grazie alla presenza di un locale è facilmente raggiungibile anche con l’auto, anche se il parcheggio ha solo pochi posti.
  • Straccoligno: Completamente attrezzata, è ideale per i bambini per il fondale sabbioso che scende lievemente, e perché ben illuminata soprattutto la mattina, data la sua posizione, quando il sole è meno forte.
  • Capo Perla: Piccola ma decisamente graziosa, è delimitata a sinistra dai bastioni di Forte Focardo, costruito alla fine del 1600 per mano ispano - napoletana, a difesa del golfo di Porto Longone.
  • Naregno: Arenile spazioso e ideale per le passeggiate sulla battigia, offre punti ristoro e svariate attività, come diving e scuola di vela.
  • Spiaggia di Cannello: Situata nel Compendio mineralogico del Monte Calamita, questa spiaggia scura – per via della composizione mineraria – crea un intrigante contrasto con i colori accesi del paesaggio circostante, che spaziano dal giallo al nero passando per il rosso e le sfumature ocra. La spiaggia del Cannello è immersa in uno scenario onirico: circondata dalla vegetazione, interrotta qua e là dalle vecchie infrastrutture adibite alla produzione mineraria. La strada che conduceva alla zona mineraria è oggi inagibile per ragioni di sicurezza, pertanto l’accesso alla spiaggia è precluso alle macchine ma la si può raggiungere a piedi o via mare. Un’avventura che varrà la pena compiere!