Marciana, l’antico borgo fra storia e natura

Un territorio incantevole, caratterizzato da ritmi di vita lenti e rilassati, strettamente connessi alla proverbiale cultura dell’accoglienza elbana

Il territorio comunale di Marciana si distende lungo le pendici del Monte Capanne e occupa la parte nord-occidentale dell'isola d’Elba. Si tratta di un territorio montuoso e impervio, caratterizzato da una natura rigogliosa e incontaminata, ma tende ad addolcirsi nel raggiungere il mare, fino ad arrivare alla piana in cui si trovano spiagge spettacolari come Sant’Andrea e Procchio. Proprio la presenza dei rilievi è però garanzia di riparo dalla calura estiva che, soprattutto in prossimità della costa rocciosa, costellata di insenature, è mitigata invece dalla brezza marina.

La comunità di Marciana è attestata come entità giuridica a partire dal Duecento. Durante il Medioevo, Marciana era uno dei dieci comuni elbani sottoposti al governo di Pisa. Dal 1399 la località fu annessa allo stato di Piombino, di cui condivise le sorti fino al 1802, data in cui tutta l'Elba divenne territorio francese. Con il Granducato di Toscana il Comune di Marciana ebbe una vasta estensione territoriale che comprendeva tutta l'Elba occidentale, dalla spiaggia dell'Acquaviva a nord, alla spiaggia di Fonza a sud. Nel 1884 il borgo marinaro della Marina di Marciana si divise da Marciana e nel 1894 ci fu l'ulteriore separazione di Marina di Campo.

Visitando Marciana potrete respirare – e fare vostro – uno stile di vita “all'antica”: i ritmi lenti e rilassati, privi di qualsivoglia stress, totalmente in sintonia con la natura, hanno contribuito al raggiungimento, per i marcianesi, del record di longevità di tutta l'isola. Le giornate a Marciana si trasformano con l’arrivo dei consistenti flussi di turisti nella stagione estiva. È questa, senz’altro, la fonte di reddito maggiore del territorio, legata specialmente all’incredibile varietà delle bellissime spiagge: da quelle con un fascino incontaminato e selvaggio, poste nella porzione occidentale del comune, di fronte alla Corsica, come Chiessi, Patresi, Zanca e Sant'Andrea, alla spiagge più attrezzate e accessibili, che si trovano nel Golfo di Procchio.