Il Cotone, un angolo di Liguria su un’isola toscana

L’Antico e coloratissimo borgo di Marciana Marina risale alla fine del XVI secolo, con le sue case costruite sugli scogli rappresenta il primo insediamento abitativo del paese

Sul lato opposto rispetto alla Torre degli Appiani, proprio all’inizio del lungomare orientale, si staglia il piccolo borgo del Cotone. Le origini di questo splendido luogo risalgono al tardo XVI secolo: il borgo rappresenta il primo probabile nucleo insediativo di Marciana Marina, contraddistinto da case costruite direttamente sugli scogli.

Fra XVII e XIX secolo era un modesto agglomerato di abitazioni, di magazzini per la pesca e di cantine adibite alla produzione e alla conservazione del vino, frutto dell'uva coltivata nelle colline terrazzate che si trovano alle sue spalle. È incerto se il toponimo “Cotone” significhi “grande scoglio” (dal latino cos, cotis) oppure, come sostengono studi recenti, derivi dal gentilizio etrusco cothu, nome di una famiglia che avrebbe gestito gli impianti di riduzione del ferro presenti nell’area posta immediatamente a sud-ovest del borgo. I reperti etruschi e romani scoperti negli anni ’70 nelle vicinanze fanno supporre che sia stato utilizzato come scalo prima dagli Etruschi e poi dai Romani.

In epoche recenti è stato abitato prevalentemente da famiglie di pescatori, che proprio nello scalo del Cotone erano costretti a mettere al sicuro le imbarcazioni tirandole in secca fin sotto le case durante i fortunali o, nei periodi di calma, lasciandole all’ormeggio dentro la piccola baia che oggi lo rende così pittoresco e caratteristico.