La Pieve e la Torre di San Giovanni

Posta in posizione strategica, su di uno sperone di roccia granitica in località Morota, la torre di San Giovanni è un’antica torre di presidio.

La pieve di San Giovanni in Campo e l’omonima Torre si trovano sulla strada panoramica che da Sant’Ilario si snoda verso il Monte Perone.

Costruita in stile romanico pisano, la pieve di San Giovanni è situato in località Morota, nel territorio comunale di Campo nell’Elba. La struttura di questo edificio sacro presenta una pianta a navata unica con abside semicircolare. Al vertice della facciata, al di sopra della finestra cruciforme, è il campanile a vela ad una sola luce. La costruzione della pieve risale alla metà del XII secolo. Priva della copertura a causa dell’assalto del pirata Dragut nel 1553, alleato con Francesco I, fu in parte officiata sino al 1837 grazie ad una copertura provvisoria che riparava il solo settore presbiterale, per poi essere restaurata nel 1973.

Posta in posizione strategica, su di uno sperone di roccia granitica in località Morota, la torre di San Giovanni è un’antica torre di presidio. Venne presumibilmente costruita nell’XI secolo dalla Repubblica di Pisa per la difesa del suo territorio, tramite il controllo del traffico marittimo attorno al canale di Piombino e, in seguito, al Principato di Piombino. Come consueto per questo genere di struttura difensiva, la torre di San Giovanni era visivamente collegata alla fortezza del Volterraio.

Seppur danneggiata nel corso dei secoli, la torre continua a dominare il Golfo di Campo. Nel 1995 venne restaurata dalla Soprintendenza ai monumenti di Pisa, con interventi che suturarono alcune lesioni causate da un improvviso movimento del masso su cui sorge l’edificio.