Esperienze del gusto all’isola d’Elba

Tradizioni culinarie, sia di mare che di terra, che raccontano secoli di influenze e incontri tra i popoli del Mediterraneo. Un'esperienza gastronomica intensa, per immergervi nell’essenza stessa dell’isola

Le ricette elbane non sono particolarmente elaborate. Sono ricette semplici, antiche, rielaborate in base ai prodotti che il territorio poteva offrire. Ecco perché spesso vi sembrerà di riconoscere un leggero odore di menta nei nostri piatti: è la nepitella, che qui cresce spontanea, ed è utilizzata per insaporire i piatti. Anche le bacche di mirto e ginepro arricchiscono diversi piatti a base di carne e pesce, donandogli un gusto del tutto inaspettato. Così come i capperi, che crescono addirittura nelle crepe delle Fortezze Medicee di Portoferraio. Date un'occhiata voi stessi

Rivisitazioni “made in Elba” tutte da gustare. È vero che alcune delle ricette tipiche più conosciute, come ad esempio la sburrita, il gurguglione e la schiaccia briaca sono di derivazione spagnola e orientale. Però quelle che sono sopravvissute non sono le ricette originarie. Durante la dominazione spagnola e berbera, infatti, i cuochi, non trovando tutti gli ingredienti previsti si rivolsero ai prodotti elbani che meglio si addicessero alla preparazione, creando alchimie uniche e squisite.

Prodotti elbani d’eccellenza. Quando un elbano vi parla della sua isola, lo fa con un luccichio particolare negli occhi. Vi racconterà di quanto i frutti della sua terra siano eccelsi e vi dirà che non potete proprio lasciare l'Elba senza averli prima provati. Per quanto l'amore per la nostra isola ci possa influenzare nel giudizio, sappiate che l'Aleatico dell'Elba (tipologia di vino che si produce solo da noi, e a Gradoli) è stato riconosciuto DOCG. E non è tutto: il miele al rosmarino Ballini ha vinto il “Concorso Nazionale di Montalcino”, come miele più buono d'Italia. Come potreste non provarli?

Perché diciamo che in tutti i nostri prodotti c'è sempre un po' di mare? Ovviamente non soltanto perché la maggioranza di essi è a base di pescato fresco locale. Il mare ha un'influenza speciale sul clima della nostra isola, che determina piacevoli sorprese come le mimose già cariche di fiori a gennaio. Ma non solo. Dona una nota particolare anche ai frutti, agli ortaggi, alle piante selvatiche. E così ritroverete un gusto nuovo e inaspettato nel nostro vino, nel nostro olio, nelle verdure... Provare per credere.

La gastronomia elbana, una poesia in continua evoluzione. C'è una novità negli ultimi anni che sta pian piano prendendo piede: la birra dell'Elba. Potrete assaggiare, tra i tanti gusti, quella alla nepitella, alla castagna, o al miele (elbano, ovviamente!). Vi abbiamo incuriosito? Vogliamo raccontarvi anche un'altra cosa: spesso, a cena terminata, i ristoratori locali vi offriranno un bicchierino di liquore. Limoncino, arancino, meloncino, liquore al mirto... I più attrezzati vi faranno scegliere tra una varietà piuttosto ampia. Il nostro consiglio è di provarne uno diverso ogni giorno… Ma senza esagerare!